UNA ESPERIENZA D'IMPRESA CHE DURA DA OLTRE 50 ANNI

  • Idraulici
  • impianti di riscaldamento
  • scaldabagni a gas
  • vapore

news

Detrazioni fiscali anche per il 2017

Con la legge finanziaria n. 232 del 2016 è stato prorogato al 31/12/2017 il termine per usufruire delle detrazioni fiscali del 50% e 65% sulle spese sostenute rispettivamente per le ristrutturazioni e le riqualificazioni energetiche degli immobili esistenti.

Sono state aggiunte alcune novità: detrazione fino al 75% per interventi sulle parti comuni condominiali (fino al 31/12/2021) e l'estensione della detrazione del 65% alle spese per l'acquisto di dispositivi multimediali per il controllo da remoto di impianti di riscaldamento, climatizzazione e produzione di acqua calda (domotica).

 

Agevolazioni Fiscali

Agenzia delle Entrate

Interventi di riqualifica energetica

65%

La detrazione del 65% è fruibile indifferentemente da privati e imprese, per immobili di qualsiasi categoria catastale, e riguarda specifiche categorie di interventi che hanno effetto sull'efficienza energetica dell'edificio. I massimali di spesa sono variabili in base alla tipologia di intervento e l'ammontare massimo della detrazione va da 30.000 euro (impianti termici) a 60.000 euro (impianti solari/sostituzione infissi) fino a 100.000 euro (interventi più rilevanti sull'intero immobile), sempre su un periodo di 10 anni.

Con il 65% sono agevolabili le spese per: sostituzione caldaie con nuove a condensazione (e installazione valvole termostatiche) e tutte le spese direttamente connesse all'intervento (anche per contemporanea realizzazione di impianti a pavimento, rifacimento delle linee o sostituzione radiatori); installazione pannelli solari per produzione di acqua calda sanitaria e/o riscaldamento ambienti, installazione di pompe di calore per produzione di acqua calda sanitaria, sostituzione infissi con nuovi ad elevate prestazioni.

Interventi di recupero del patrimonio edilizio

50%

La detrazione del 50% spetta solo per lavori di ristrutturazione in immobili residenziali. Restano quindi escluse le ditte e gli immobili produttivi che potranno avere accesso solo alla detrazione del 65% per gli interventi di efficientamento energetico. Il 50% viene riconosciuto su un massimale di spesa di 96.000 euro iva inclusa percui l'ammontare massimo della detrazione è di 48.000 euro in dieci rate annuali (max. 4.800 euro di detrazione all'anno).

Sono agevolabili tutte le tipologie di spese riconducibili all'intervento di ristrutturazione (es.: rubinetterie, sanitari, rivestimenti, finiture....). Sono inoltre agevolabili le spese per l'installazione di termocammini, caldaie a legna, condizionatori, impianti fotovoltaici a servizio dell'abitazione. Inoltre si possono detrarre anche le spese per mobili e grandi elettrodomestici a basso consumo, purchè destinati all'immobile in ristrutturazione per un massimale di spesa di 10.000 euro.

C.I.T. SERVICE | 83/85, Via Cividale - 33100 Udine (UD) - Italia | P.I. 01884900307 | Tel. +39 0432 281257   - Cell. +39 337 531286 | Fax. +39 0432 1744222 | info@citservice.it | Informazioni legali | Privacy | Cookie Policy | Sitemap
Powered by  Pagine Gialle  -  SmartSite